TRAUMA OCULARE E SPORT

L’IMPORTANZA DI PREVENIRE IL TRAUMA OCULARE CAUSATO DALLA PRATICA DI ATTIVITÀ SPORTIVE

Calcio, pallavolo, basket e pesca sportiva, alcuni tra gli sport più praticati in Italia, tutti a rischio di trauma oculare.

Ovviamente non tutti gli sport hanno lo stesso rischio. Infatti esiste una suddivisione in quattro categorie:

  • alto rischio
  • moderato rischio
  • basso rischio
  • eye safe

Annoverati come sport ad alto rischio di trauma oculare (oltre alla boxe ed alle arti marziali che di per sé prevedono dei traumi intenzionali), sono tutte quelle discipline sportive che nella loro pratica prevedono l’utilizzo di oggetti piccoli e veloci.

Si tratta di sport come il tiro al piattello, il tiro con la pistola o la carabina insieme a sport in cui ci può essere uno stretto contatto tra gli atleti, come Basket, Hockey, Baseball, etc.

Racquetball-tennis-a-muro
Occhiali conformi agli standard di impatto ASTM F803 per racquetball, tennis, squash, hockey su campo, lacrosse femminili e calcio.

Nella categoria “moderato rischio” troviamo il calcio, il volley, il tennis e anche sport come squash, lacrosse femminili e racquetball, dove il contatto tra gli atleti è minimo e vengono utilizzati oggetti o palle di dimensioni relativamente grandi rispetto al bulbo oculare, che, in caso di impatto, viene protetto dalle pareti orbitarie.

Si classificano invece come a “basso rischio” sport come ciclismo, lo sci e le immersioni e con il termine “eye safe” di definiscono quelle discipline sportive come la corsa e la ginnastica dove non vi è nessun contatto tra atleti od oggetti di gioco.

È POSSIBILE PREVENIRE I TRAUMI VISIVI?

Il trauma oculare causato dalla pratica di attività sportive si può evitare indossando opportuni occhiali con speciali lenti protettive. Tali lenti sono studiate appositamente per resistere anche a forti traumi e/o corpi contundenti e rispondono a precise normative di certificazione.

La pericolosità di un urto viene valutata attraverso un modello sperimentale che fa uso di un oggetto del peso di 0,345 kg lanciato a differenti velocità contro un manichino realizzato in lattice (manichino che per densità e compattezza può essere assimilabile al tessuto del corpo umano).

STANDARD E NORMATIVE

Gli standard ai quali noi europei dobbiamo far riferimento per la costruzione di un occhiale sportivo sono gli standard UNI EN 166 del 2004, la normativa americana ASTM F803 (che riguarda i dispositivi protettivi indicati per ogni singolo sport) e la normativa ANSI Z 87 (test di resistenza alla perforazione che riguarda le lenti oftalmiche)18,28,29 sempre di origine statunitense.

Leggi di più

2 risposte a “TRAUMA OCULARE E SPORT”

Lascia un commento